Gravidanza: occorre mangiare per due?

Si sa, durante la gravidanza la futura madre è esposta ad una miriade di informazioni, spesso contrastanti, che giungono da fonti diverse: da medici e personale sanitario, da amici e famigliari, da riviste o da internet.

Ovviamente, il mio consiglio è quello di affidarsi ai primi, le cui informazioni provengono generalmente da fonti attendibili e verificate scientificamente.

Molteplici informazioni riguardano l’alimentazione, prima della madre e poi del nascituro. La presenza di molte informazioni contrastanti favorisce l’attecchimento di veri e propri luoghi comuni, appelli alla saggezza popolare che spesso, purtroppo, non hanno basi scientifiche.

Uno di questi è ben noto e una volta era molto propagandato: durante la gravidanza occorre mangiare per due. Ma è vero?

Ovviamente no, tale credenza non corrisponde a realtà.

Una donna di 29 anni, alta circa 1,60 m e del peso di circa 57 kg, che svolge un’attività lavorativa e fisica leggera ha un fabbisogno stimato, secondo la SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana), di circa 1.900-2.000 kcal. Appare subito chiaro che l’idea di mangiare per due è fuori discussione: raddoppiare l’introito calorico vorrebbe dire finire la gravidanza in una situazione di obesità!

Ѐ comunque vero che la gravidanza richiede un aumento delle calorie giornaliere: sia la SINU che l’EFSA (ente europeo per la sicurezza alimentare) concordano su un aumento di circa 70 kcal al giorno per il primo trimestre (sono le calorie contenute ad esempio in un vasetto di yogurt bianco o in 25 g di pane comune non condito), circa 265 kcal per il secondo e circa 500 kcal per il terzo e per tutto il periodo dell’allattamento al seno. Questi aumenti si riferiscono a donne sane, normopeso e con uno stile di vita moderatamente attivo.

Il controllo del peso, evitando fluttuazioni sia in eccesso che in difetto, è fondamentale per la salute della mamma e del bambino.

Approfondiremo questo ed altri temi legati ai miti alimentari legati alla gravidanza nel primo dei tre incontri che si terranno presso la sede di Iperbimbo in strada Baldissero 3, a Chieri. Quello di apertura dal titolo “I falsi miti della maternità” si svolgerà il prossimo 13 maggio dalle 16,30 alle 18.