+39 348 11 32683 dietista.pavesio@gmail.com
Visita su prenotazione

A proposito di allenamento…

  1. Parti piano, incrementa gradualmente. Uno dei grossi errori di chi si approccia per la prima volta all’attività fisica o la riprende dopo un periodo di stop è quello di buttarsi a testa bassa nell’allenamento. Meglio partire gradualmente, abituando il corpo ad uno sforzo progressivo, in modo da ridurre i dolori (link mio articolo DOMS) e evitare stress eccessivi che potrebbero incidere sul sistema immunitario (link mio articolo sistema immunitario).
  2. Riscaldati sempre. Prima di iniziare una seduta di allenamento, dedica almeno 10 minuti al riscaldamento generale: una corsa leggera, del lavoro a bassa intensità su un macchinario cardio o con la corda sono tutti lavori adeguati per aumentare la temperatura e l’afflusso di sangue al muscolo. Ciò facilita la trasmissione dell’impulso nervoso e riduce il rischio di infortunio.
  3. Impara bene il movimento. Se sei un neofita, noterai subito che nelle prime settimane di allenamento i miglioramenti sono veloci. Non farti fregare, aumentando subito i carichi a dismisura! All’inizio lavora bene sul movimento: a lungo termine paga molto di più, soprattutto in termini di salute articolare.
  4. Ripassa il movimento. Quando inizi con la prima serie di ogni esercizio, inserisci una o due serie di riscaldamento a basso carico: oltre a migliorare la capacità di trasmissione degli impulsi nervosi e l’afflusso di sangue, permettono un ripasso della corretta tecnica di movimento prima di aumentare i carichi.
  5. Lavora su stabilità, equilibrio e flessibilità. Oltre a migliorare le capacità condizionali (forza, resistenza e velocità), lavora anche sulla stabilità del core (la muscolatura dell’addome costituisce il centro, l’anello di congiunzione tra parte inferiore e superiore del corpo), flessibilità muscolare e articolare ed equilibrio. Questi lavori sono particolarmente importanti se ti stai allenando in palestra per migliorare in uno sport.
  6. Non sottovalutare l’importanza del recupero. Molti sono convinti che nell’allenamento (come in altri campi) più fai, meglio è. Non sempre è così. Ricorda che dopo lo stimolo dell’allenamento, che crea danni, il tuo corpo ha bisogno di un po’ di tempo per ripararli. Aggiungere danni su altri danni non ti farà certo migliorare!